Traduzioni

(1807-1922)

Geografia fisica, 1807-1811, 6 voll.

Il primo accesso all'opera di Kant in Italia è contrassegnato dall'interesse per la dimensione antropologica, dietro la quale si cela prudentemente quello per la politica, in piena agitazione nei primi anni dell'Ottocento.

| sommario| | nota storica | | testo |

Idee sull'educazione, 1808; 1811

Nei due Stati napoleonici, il Regno d'Italia e il Regno di Napoli, la Pedagogia di Kant venne presentata al pubblico nella traduzione di August Eckerlin.

| sommario| | nota storica | | testo |

Trattato del diritto delle genti, 1814

La fine della stagione napoleonica in Italia preannuncia il Congresso di Vienna. A Parigi e a Milano viene fatto circolare un pamphlet con un estratto del diritto cosmopolitico kantiano letto come annuncio e previsione della Santa alleanza.

| sommario| | nota storica | | testo | fonte|

Critica della ragione pura, 1820-1822, 8 tomi

Impresa delicata e rischiosa, la prima traduzione mai apparsa prima (a prescindere da quella in latino) della Critica della ragione pura, è opera di un medico militare molto attento e buon conoscitore del tedesco, ma privo di cura nella sintassi italiana.

| sommario| | nota storica | | testo |

Sentimento del sublime e del bello, 1826

Chiusasi l'esperienza del Regno di Napoli, nonostante la resistenza a oltranza di Gioacchino Murat, anche gli interessi culturali si fanno più sobri. Le osservazioni di Kant sul bello e il sublime sono l'unico scritto precritico a essere tradotto in italiano nel XIX secolo. 

| sommario| | nota storica | | testo |

Della forza dell'animo, 1828

Di questo testo che costituisce la terza parte del Conflitto delle facoltà del 1798, in Italia si trovano due traduzioni distinte, realizzate in epoche diverse fortemente marcate da un vago estetismo la prima e di un forte positivismo la seconda del 1882.

| sommario| | nota storica | | testo |

Manuale della geografia fisica, 1843

La Geografia fisica non era dotata di un indice analitico. A questa lacuna ottempera il presente Manuale, che è da considerare una sorta di lessico specialistico della geografia kantiana, una sorta di vocabolario di secondo livello, ancora oggi utile a suo modo.

| sommario| | nota storica | | testo |

Logica, 1874

Si tratta con ogni probabilità della più importante traduzione italiana apparsa nell'Ottocento, sia per il tema affrontato (la logica), fino ad allora trascurato, sia per la competenza del traduttore sul piano linguistico e, soprattutto, filosofico.

| sommario| | nota storica | | testo | 

Il potere dello spirito, 1882

La questione della cura di sé, che nel 1828 era stata affrontata in chiave estetico-morale, ora, in un clima del tutto diverso, diventa un problema di educazione e guida all'igiene e alla relazione più vantaggiosa possibile tra corpo e psiche. 

| sommario| | nota storica | | testo |

La pedagogia, 1883; 1886; 1887

Ad Angelo Valdarnini si deve la prima sistematizzazione della pedagogia kantiana e una delle più fortunate e longeve traduzioni dell'operetta. Qui vengono raccolte la prima edizione romana, la prima fiorentina e la prima torinese.

| sommario| | nota storica | | testo |

Per la pace perpetua, 1883

La pace perpetua nella versione datane da Kant appare in Italia sotto l'insegna della Lega internazionale della pace e della libertà animata da Charles Lemonnier, il quale si era ispirato al progetto kantiano per istituirla, senza abbandonare del tutto il sansimonismo giovanile.

| sommario| | nota storica | | testo |

Epicedi, 1884

La più originale traduzione kantiana e, a tutt'oggi, un hapax in tutta la Kant-Forschung. L'ironia e la singolarità di Vittorio Imbriani, scrittore e polemista di grande presa, accompagnano la traduzione in versi delle brutte poesie commemorative di Kant.

| sommario| | nota storica | | testo |

Pedagogia, 1901

Questa nuova traduzione, poco nota, della Pedagogia nasce all'interno della scuola del pedagogista Saverio Fausto De Dominicis, e quindi nel clima di una filosofia dell'educazione in parte segnata dalle teorie evoluzionistiche e in parte ispirate a un riassetto e una riforma in senso laico della scuola, nonché a un ammodernamento degli apparati amministrativi.

| sommario| | nota storica | | testo | 

Critica del giudizio, 1906

Traduzione di Alfredo Gargiulo.

| sommario| | nota storica | | testo | 

Critica della ragion pratica, 1909

Traduzione di Francesco Capra.

| sommario| | nota storica | | testo | 

Critica della ragion pura, 1909-1910

Traduzione di Giovanni Gentile e  Giuseppe Lombardo Radice.

| sommario| | nota storica | | testo | 

Fondamenti della metafisica dei costumi, 1910

Traduzione di Giovanni Vidari.

| sommario| | nota storica | | testo | 

Il fondamento della metafisica dei costumi, 1910

Traduzione di Nicola Palanga.

| sommario| | nota storica | | testo | 

La dottrina della virtù, 1911

Traduzione di Giovanni Vidari.

| sommario| | nota storica | | testo | 

Prolegomeni, 1912

Traduzione di Aldo Oberdorfer.

| sommario| | nota storica | | testo | 

Prolegomeni, 1913

Traduzione di Piero Martinetti

| sommario| | nota storica | | testo | 

La metafisica dei costumi, 1916

Traduzione di Giovanni Vidari.

| sommario| | nota storica | | testo | 

Sogni d'un visionario, 1920

Traduzione di M. Venturini.

| sommario| | nota storica | | testo | 

Antropologia prammatica, 1921

Traduzione di Giovanni Vidari.

| sommario| | nota storica | | testo | 

Le quattro dissertazioni latine, 1922

Traduzione di Mariano Campo.

| sommario| | nota storica | | testo |